Okonomitalia's Blog

The only certainty is change

Andare avanti September 13, 2011

Di fronte agli imprevisti che diventano sfide quando bisogna inevitabilmente affrontarli, sei ottimista o pessimista?
L’ottimista è un realista che affronta la situazione così come gli si presenta ed ha una visione fiduciosa del futuro, attitudine che rafforza il suo coraggio e la sua volontà a fare le scelte necessarie per conseguire il risultato desiderato.
Se sei pessimista vedrai davanti a te solo ostacoli ed impedimenti che paralizzeranno qualsiasi tua intenzione a prendere in mano la situazione, e la visione catastrofista della realtà giustificherà il tuo immobilismo.
In breve, è meglio avere la consapevolezza della scelta che ci conduce ad un esito concreto e quindi ad una nuova prospettiva, o brancolare nel buio dei nostri pensieri negativi che ci confondono e ci precludono qualsiasi sviluppo?
In altre parole, vogliamo andare avanti e continuare a percorrere le strade della vita, o vogliamo restare bloccati al bivio senza decidere dove andare?

 

Essere consapevoli October 26, 2010

In che paese vogliamo vivere? In che mondo vogliamo vivere? É chiaro che il sistema attuale non funziona. E’ al collasso. Bisogna pensare un’alternativa. Che cosa possiamo fare, a livello globale? Dobbiamo riunirci, parlare in modo che la informazione sia a dispozione di tutti. Dobbiamo decidere cosa vogliamo e cominciare a focalizzare su questo, concentrando tutta la nostra energia. Non possiamo più lasciarci distrarre dal sistema che ci sta distruggendo, riducendoci alla condizione di esseri insicuri. Se prendiamo coscienza, possiamo prendere in mano la situazione e possiamo creare il mondo che vogliamo. La nostra civiltà è frutto della nostra creazione, del nostro potere di creare tutto ciò di cui avevamo bisogno per vivere e progredire. Il sistema attuale è basato sul controllo e la manipolazione della gente attraverso il senso di colpa, della vergogna, attraverso la paura, il terrore, introducendo nuovi virus e nuovi vaccini, provocando conflitti e miserie umane. Noi vogliamo un sistema basato sulla consapevolezza, la responsabilità, la libertà di ognuno di noi. La responsabilità personale è il primo passo verso la consapevolezza individuale. Dobbiamo prendere una decisione radicale. Dipende da ognuno di noi. Si tratta di difendere noi stessi, le nostre famiglie, la nostra comunità. Non vogliamo continuare ad essere cani ammaestrati ad ubbidire gli ordini del padrone.

 

Libertà June 4, 2010

La libertà è il valore più importante per un individuo. Senza libertà non c’è possibilità di scelte ma solo accettazione di un sistema prestabilito, all’interno del quale l’individuo deve solo eseguire ordini.

Delle amiche iraniane sostengono che i giovani qui sono superficiali e annoiati. Mentre in Iran, dove il sistema è più “severo” tutti sono colti e profondi. La differenza di base è proprio il sistema. Il nostro è democratico fondato sui diritti e quindi sulla libertà di scegliere.

Tuttavia, quelli che grazie alla libertà danno tutto per scontato, perfino pensare di avere tutto il tempo del mondo per fare tutto quello che vogliono, cadono nella trappola dell’indolenza e dell’inerzia mentale. Finiscono inconsapevolmente per perdere tempo, sempre prezioso, e vivacchiare senza concludere un gran che.

La libertà individuale bisogna saperla gestire. Altrimenti si rischia di perdere tutto.

Tra l’altro, una cosa è essere liberi/avere la libertà e un’altra cosa è sentirsi liberi.

Solo chi è consapevole della propria libertà può vedere chiaramente davanti a sé tutte le possibilità che ha a disposizione, per capire e decidere quello che vuole o che va bene per se stesso.

La libertà è il diritto di decidere.